Skip to main content

Ogni anno grandi e piccini aspettano con impazienza le feste del Natale, finalmente una pausa più o meno lunga, ma che segna un tempo dedicato alla famiglia e agli affetti. Anche fido e micio sono partecipi di questa euforia, magari anche un po’ preoccupati per questi nuovi oggetti che trovano per casa e per la confusione generale.

Purtroppo però non è tutto rosa e fiori, come dice il proverbio, ma ci sono alcuni pericoli latenti a cui umani e pet devono fare attenzione.

Partiamo dalla preparazione degli addobbi: palline e decorazioni varie, fili e lucine sono attraenti anche per i nostri animali e diventano giochi pericolosi. Nel caso il nostro amico peloso li ingerisca può incorrere in  occlusioni intestinali o  gastriti da corpo estraneo, con vomito e diarrea. Inoltre attenzione ai fili elettrici che se morsi possono dare folgorazioni.  

Spesso in famiglia si decide di costruire da sé il presepe e si usano vari elementi, come la colla che, se viene lasciata incustodita, può essere leccata e  provocare esofagiti e vomito.  In questo caso , vi consigliamo di sciacquate la bocca dell’animale con acqua e di contattare il veterinario che valuterà la terapia più idonea.

Se invece fido ingerisce un oggetto è consigliabile aprire subito la bocca e rimuovere. Se è già stato ingoiato il corpo estraneo, contattate subito il veterinario e non tentate nulla di vostra iniziativa per evitare di peggiorare la situazione.

, A Natale con i tuoi amici pelosi, Nuova Fattoria Pet Food

Anche la parte floreale degli addobbi può contenere delle insidie per fido e micio. L’agrifoglio, con  le sue belle bacche rosse , per esempio, se ingerite dal cane possono provocare ipersalivazione, affaticamento, sintomi gastro-enterici per la presenza di varie sostanze tossiche. Per non parlare della comune “Stella di Natale”, così diffusa nelle nostre case, che contiene una linfa color bianco latte che può causare molti problemi come irritazione oculare, vomito, diarrea e dermatite vescicolare.

L’ultimo capitolo riguarda la parte dell’alimentazione. Iniziano i pranzi e le cene infinite, ore e ore al tavolo passando da una leccornia all’altra. Bene, non coinvolgete i vostri amici pelosi. Un esempio per tutti: il cioccolato. Se pensate di premiare il vostro amico peloso con un cioccolatino, in realtà lo state avvelenando, infatti la teobromina presente in questo alimento può provocare convulsioni e morte. Evitiamo anche di fare assaggiare ai nostri amici il vinello o lo spumante con cui brindiamo tra amici e parenti, micio e fido non hanno gli enzimi adeguati alla digestione dell’alcool, lasciamo stare anche tè e caffè, che causano disturbi a livello gastrointestinale ed alterazioni del ritmo cardiaco.

In conclusione, se vogliamo passare le feste in serenità e allegria, facciamo attenzione ai nostri comportamenti e a quelli dei nostri amici pelosi, eviteremo dolori e guai per entrambi.